Acciuffa la Truffa

Le finalità del progetto sono la realizzazione di un sistema di informazione e assistenza alla cittadinanza, con particolare riguardo verso i soggetti deboli come gli anziani e i giovani, con l’obiettivo di educare il maggior numero possibile di cittadini sulle modalità di svolgimento delle truffe più comuni, ponendo attenzione al canale più utilizzato nella società moderna: quello online.

È fondamentale tenere conto del contesto in cui viviamo oggi, dominato da Internet e dai suoi servizi che stanno diventando una componente sempre più rilevante nella vita quotidiana di tutti. È ormai innegabile come l’utilizzo di questo strumento stia cambiando la vita della più ampia fascia della cittadinanza e ogni anno è sempre maggiore il numero delle persone che svolgono la maggior parte delle attività, o si avvalgono di servizi, online. Il target si sta gradualmente ma costantemente espandendo, e tra pochi anni coinvolgerà tutte le fasce di età e quindi la totalità della cittadinanza.

Purtroppo questo ha portato anche un rovescio della medaglia. La rete infatti, è divenuta sempre più appetibile anche per coloro che vogliono indebitamente trarne profitto e, di fatto, le occasioni per mettere in atto truffe ai danni dei consumatori si sono moltiplicate nel corso degli anni.

Si contano ormai decine di categorie di truffe differenti, che spaziano dalla sottrazione di denaro ai dati sensibili, e purtroppo per il comune cittadino risulta spesso difficoltoso tutelarsi, sia a causa di veri e propri limiti nelle conoscenze di tali mezzi, sia per la poca attenzione mediatica che viene loro riservata.

L’obiettivo del progetto “Acciuffa la truffa” realizzato dalle Associazioni di consumatori Assoutenti Lombardia, Casa del Consumatore, Codici Lombardia e Codacons Lombardia,  realizzato grazie al finanziamento di Regione Lombardia su fondi del Ministero dello Sviluppo Economico, è dunque di portare all’attenzione del consumatore in quali pericoli potrebbe incorrere qualora mantenga un’attitudine superficiale e bonariamente ingenua nell’approccio quotidiano, anche degli strumenti della rete.

Per quanto riguarda le attività che verranno realizzate nello specifico durante i mesi del progetto:

1. Sito web e web chat (Codici, Assoutenti, Casa del Consumatore): verrà realizzato il sito web del progetto, che raccoglierà tutto il materiale realizzato e tutte le informazioni necessarie agli utenti; la parte innovativa si concretizzerà nell’attivazione di una web chat disponibile da lunedì a venerdì dalle 9 alle 18, alla quale i consumatori potranno scrivere e ricevere riscontro immediato.

2. Realizzazione di una rivista mensile digitale (Codacons) redatta e diffusa gratuitamente una rivista mensile digitale dedicata alle truffe con storie reali, informazioni utili, interviste agli esperti; la rivista sarà distribuita via newsletter a tutti gli associati delle associazioni partner di progetto;

3. Video (Casa del Consumatore): verranno realizzati una serie di video-casi; i contenuti dei video saranno educativi e verranno ideati anche in modo ludico e coinvolgente, con un piglio ironico per favorirne la viralità per informare ed educare i cittadini sulle varie tipologie di truffe difficili da riconoscere, a cui i cittadini vanno incontro navigano su Internet o acquistando beni e servizi online. I video verranno caricati sul sito web del progetto e diffusi sui canali social. I video dedicati alle truffe online saranno anche finalizzati a informare i consumatori dell’esistenza di Shoppingverify, sito di recensioni sugli acquisti online. Gli utenti saranno invitati ad utilizzare il sito per segnalare truffe agli altri utenti e alle associazioni di consumatori per le iniziative di tutela collettiva e individuale. Il sito attualmente è visitato da circa 40.000 utenti al mese e si conta, grazie al contributo dei video, di aumentare gli accessi nella misura del 30%.

4. Incontri sul territorio (Codici, Assoutenti): verranno organizzati - in collaborazione con i 40 Comuni che già anno dato la loro adesione al progetto - una serie di incontri formativi rivolti alla cittadinanza in varie città della nostra Regione per incontrare i cittadini, con particolare attenzione alle fasce più deboli come gli anziani, insegnando a riconoscere il truffatore ed evitare la truffa attraverso un format realizzato ad hoc. Tale format verrà realizzato dalle due associazioni insieme all’Associazione Nazionale Carabinieri anche lei aderente al progetto. Alcuni incontri verranno filmati e pubblicati su sito e social network. Saranno presenti, in alcuni incontri anche esperti di aziende quali A2A, Intesa Sanpaolo e Poste Italiane, per fornire testimonianze di truffe avvenute nel mondo dell’energia, della finanza o della corrispondenza telematica.

5. Servizio di Numero Verde Antitruffa (Codici, Casa del Consumatore, Assoutenti, Codacons): sarà un canale di contatto diretto attivo 8 ore al giorno per 5 giorni la settimana, a cui i cittadini potranno rivolgersi per denunciare una truffa o semplicemente per chiedere informazioni su sospette truffe. Il servizio sarà attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00. Il numero verde Antitruffa sarà divulgato e diffuso in termini comunicativi anche da A2A.

6. Lezioni presso Università lombarde e Università della Terza Età (Codacons): verranno svolte lezioni sul tema delle truffe presso l’Università Statale di Milano e all’interno di uno dei corsi svolti da Università della Terza Età. Nelle tre università verranno inoltre diffuse le informazioni sui social media (Facebook, Instagram) e su come accedere alla rivista digitale gratuita pubblicata mensilmente. L’obiettivo è quello di sensibilizzare gli studenti sui danni diretti e indiretti derivanti da truffe potenziali ed effettive.

7. Formazione nelle scuole (Codacons): verranno organizzati incontri nelle scuole elementari, medie e superiori di Milano per educare i più giovani sulle tipologie di truffe nelle quali possono incorrere, soprattutto attraverso l’utilizzo dei dispositivi mobile per i giochi online e l’iscrizione a forum e social media, che li portano molto spesso a cliccare e accettare condizioni, o fornire dati personali, senza avere conoscenza dei pericoli a cui vanno incontro. Si ipotizza una lezione di 2 ore per ogni istituto scolastico in n. 10 scuole milanesi per un totale di 20 ore di formazione. Le lezioni verranno svolte dai consulenti Codacons coadiuvati dai Nas, Guardia di Finanza e Carabinieri.

8. Diffusione sui social media (Casa del Consumatore, Assoutenti): verranno attivate la pagina Facebook e la pagina Instagram ufficiali del progetto per poter diffondere largamente su tutto il territorio Lombardo il materiale prodotto, informare sulle attività di progetto svolte e raccogliere le segnalazioni degli utenti. Verranno infine realizzati anche 10 articoli sul Blog del Consumatore sul sito del TGCOM24 di Mediaset sui temi del progetto

Stampa Email

Questo sito utilizza i cookies per migliorare l'esperienza di navigazone degli utenti